Undicesima bustina

L’ultima. Prendiamo le cose brutte che sono successe, le trituriamo, poi le riutilizziamo per far nascere cose belle. E ripartiamo da qui: da una cosa bella da portare in seconda e da regalare agli altri.