LA FELICITA’ SEGRETA DEGLI GNOMI

Prima puntata

Oggi abbiamo iniziato una UDA che prende avvio dal libro “La felicità segreta degli gnomi” (attivazione), per svilupparsi in diverse unità di lavoro (UDL) in ottica universale: saranno coinvolti diversi approcci, diverse risorse, diversi strumenti, diverse discipline, diverse modalità relazionali, diversi obiettivi, tanta creatività. Cercherò di documentare quanto più potrò l’intero percorso, anche se spesso finisco per fotografare solo ciò che arriva a fine lezione, ma sapete… nel frattempo mi distraggo 😉

Comunque oggi siamo partiti!

Lettura delle prime pagine, quindi:

-conoscenza degli gnomi

-scrittura (a scelta tra stampato e corsivo o entrambi) dei loro strani nomi

-spiegazione di come mai vediamo la luna in modi diversi notte dopo notte e ricerca sul calendario delle lune nuove

– confronto tra la scansione del tempo nostra e quella degli gnomi.

Seconda puntata

Oggi abbiamo letto le pagine sulla LUNA DEI BUCANEVE.

Questo ci ha dato lo spunto per:

  • capire che cosa sono le AZIONI
  • ragionare su tre azioni che ci fanno felici
  • scoprire che cosa sono i bucaneve
  • realizzare dei bucaneve con la carta.

Terza puntata

Una breve lezione dedicata al cibo e alle regole che ci diamo sul cibo.

-Lettura delle due pagine del libro

-Confronto sulla frase: “Gli gnomi si sono dati una regola: se non danneggia nessuno, si può mangiare”.

-Dibattito per definire una regola di classe sul cibo.

-Scrittura autonoma di 8 cibi preferiti.

Quarta puntata

Oggi, Giornata Mondiale della Poesia, non poteva mancare un primo approccio alle filastrocche.

E gli gnomi ci hanno proposto la loro canzone.

Quindi:

-abbiamo letto

-abbiamo discusso su che cosa è una poesia

– abbiamo ritmato la canzone-poesia

-la classe, a gruppi di quattro, ha inventato un balletto e una musica per la canzone-poesia

-infine l’esibizione dei gruppi al resto della classe.

Quinta puntata

Oggi abbiamo conosciuto Minoletta, la cantastorie.

E leggendo le pagine a lei dedicate ci siamo imbattuti in parole nuove, che abbiamo scoperto anche con l’ausilio delle immagini alla LIM:

  • seta e baco da seta
  • licheni e muschi
  • cantastorie

Tre gli stimoli di scrittura lanciati:

1- 5 cose che metteresti nel tuo zaino se dovessi partire come Minoletta per un’avventura nel mondo.

2- A proposito di FELICITA’… quando hai provato la felicità di inseguirsi?

3- Scrivi frasi con le azioni che Minoletta propone per esplorare il paesaggio.

Dopo la scrittura, come sempre, un momento di circle time, in cui ogni bambino ha letto agli altri le proprie frasi.

Per tutti tre compiti:

  • ascoltare con attenzione
  • fare domande a chi legge per capire meglio il suo pensiero
  • “rubare”, copiare un’idea dagli altri e aggiungerla alla propria lista.

Sesta puntata



E man mano che si procede alziamo l’asticella. Dopo aver letto della Luna delle rane e della schiusa delle lumache, abbiamo prima dedicato tempo all’appuntamento quotidiano con la scrittura, poi ci siamo sperimentati con le prime attività di lettura e comprensione di un testo…informativo!
Stimolo di scrittura del giorno: “Io faccio baccano quando…”. E i bambini e le bambine hanno voluto, quasi tutti, provare a scrivere in corsivo, perchè le cose difficili sono quelle che divertono di più, parola loro.
Poi, con l’ausilio di un libro che adoro (Piano Piano), e che allego in foto, i bambini e le bambine, in coppie, hanno letto (in stampato minuscolo), poi cercato le risposte alle domande che man mano ponevo loro.
E’ stata davvero una esperienza entusiasmante, per la classe, certo, ma anche per me!
#solocosebelle

Settima puntata

Dopo aver letto qualche pagina e averne apprezzato le illustrazioni, oggi siamo entrati nel mondo dei fiori. Con l’aiuto dei giusti supporti, i migliori libri, abbiamo visto come nascono i fiori, poi conosciuto i nomi di tantissime specie, e per ciascuna qualche curiosità: leggende, usanze, storia, caratteristiche…

Quindi ogni bambino e ogni bambina ha scelto un fiore per il proprio costume per la festa dei fiori!

Ottava puntata

Oggi abbiamo incontrato Munin Malva, che è l’addetta alla raccolta e alla catalogazione, alla conservazione dei semi in una “biblioteca” molto originale. Seminoteca, l’hanno chiamata i miei gnomi.

E così anche noi ci attiviamo per realizzare il nostro orto magico, in cui semineremo…rucola!

Oggi abbiamo messo la terra nei contenitori, tagliato e colorato con gli acquerelli i dischetti di cotone con cui realizzeremo fiori per lo sfondo, assemblato e incollato legnetti per le staccionate.

Il lavoro ha richiesto momenti di attesa, da parte dei bambini e delle bambine, per esempio per accedere alla pistola per la colla a caldo. Dopo un primo momento di impazienza, ho chiesto alla classe cosa penserebbero, in questa situazione, i nostri amici gnomi, Munin Malva, Minoletta, Tim Berretto e via così.

La riposta è stata immediata: “La felicità di aspettare per poter fare una cosa bella!”.

E sui loro visi ho visto sorrisi enormi, occhi vivi: un’epifania. Da quel momento in classe si è respirata un’aria tranquilla, calma, di rispetto dei turni, parole dolci (“vai avanti tu, non c’è fretta, tanto faremo tutti”, “hai bisogno di aiuto mentre aspetto?”…).

Potenza della fiaba, della narrazione, della magia delle storie.

Nona puntata

Eccoci alla terza luna piena del fantastico mondo degli gnomi: la luna del tarassaco.

Luna che ci porta dritti dritti a ragionare di desideri: in fondo, quando si soffia il soffione, appunto, si esprime un desiderio. E allora ogni bambino e ogni bambina ha scritto il suo desiderio, iniziando a ragionare su come mettere insieme congiuntivo e condizionale.

Strutture che prima diventano familiari meglio è 😉

Decima puntata

Oggi abbiamo parlato di compiti importanti: a scuola, a casa, con gli amici e con le amiche. Ognuno di noi ha dei compiti importanti nei gruppi in cui vive e agisce. Dopo un brainstorming di classe, ogni bambino e ogni bambina ha scritto in autonomia ciò che sente per sè.

Poi abbiamo parlato di cura: tra uno gnomo uova-sitter e un altro baby-sitter, abbiamo capito l’importanza che ha il parlare: raccontare storie è una delle migliori forme di cura.

E allora, nei panni dello gnomo Cedrus Hip, ognuno a modo suo ha raccontato la Tasca alle uova.